Italian  English  French 


In GU i contributi a favore delle reti d'impresa operanti nel settore del turismo

Articolo letto 1077 volte, scritto il 19/11/2015 da Studio Cafasso

Nella Gazzetta Ufficiale dell'11 novembre 2015, n. 263 è stato pubblicato il Comunicato del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, relativo all'avvenuta pubblicazione sul sito istituzionale www.beniculturali.it/turismo del nuovo bando integrale  per la "Concessione di contributi a favore delle reti d'impresa operanti nel settore del turismo" del 27 ottobre 2015.

 

Di seguito riportiamo i punti più rilevanti del bando in oggetto.

 

 

Soggetti destinatari del bando e tipologia di aggregazione

Potranno beneficiare dell'intervento finanziario unicamente le imprese aderenti all'aggregazione che, al momento della presentazione della domanda a valere sul presente bando, risultino:

  •  raggruppamenti di piccole e micro imprese con forma giuridica di "contratto di rete";
  •  raggruppamenti di piccole e micro imprese che possono assumere la forma giuridica di A.TI (Associazioni Temporanee di Imprese costituite) , Consorzi e Società consortili costituiti anche in forma cooperativa ;
  • aggregazioni non ancora costituite a condizione che il legale rappresentante sottoscriva, nell'ambito dell'istanza , l'impegno a costituire l'aggregazione entro 90 giorni dalla data di pubblicazione del bando.

 

 

Requisiti di ammissibilità

Per poter beneficiare del contributo, le imprese dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti di ammissibilità:

-          appartenenza alla categoria delle micro, piccole imprese;

-          avere sede operativa in Italia;

-          essere iscritte al registro delle imprese (REA);

-          essere in attività al momento della presentazione della domanda;

-          non trovarsi in stato di difficoltà;

-          aver effettuato regolarmente i versamenti relativi ai contributi previdenziali obbligatori;

-          rispettare le norme dell'ordinamento giuridico italiano in materia di pre­ venzione degli infortuni sui luoghi di lavoro e delle malattie professionali , della sicurezza sui luoghi di lavoro, dei contratti collettivi di lavoro;

-          rispettare la normativa per gli aiuti “de minis”;

-          risultare autonome tra di loro e che quindi non risultino associate o controllate.

               

 

 Capofila

All'interno di ciascuna aggregazione, l'impresa che provvede alla presentazione della domanda rappresenta il capofila e referente amministrativo per l'erogazione del contributo alle imprese componenti l'aggregazione .

Spetta, altresì, al capofila mantenere i rapporti con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ed, inoltre, ha anche il  compito di:

 

  1.   presentare la domanda di partecipazione in nome e per conto dell'aggregazione;
  2.   presentare le istanze di rendicontazione e tutta la relativa documentazione;
  3.   comunicare alla Direzione generale Turismo qualunque  variazione subentrata in itinere.

 

 

Progetti di aggregazione

Le proposte progettuali dovranno comprendere spese ammissibili non inferiori a euro 400.000,00 e  i dovranno anche prevedere una o più delle seguenti attività :

 

  1.     iniziative volte alla riduzione dei costi delle;
  2.     iniziative che migliorino la conoscenza del territorio a fini turistici;
  3.     implementazione di iniziative di promo-commercializzazione mediante i nuovi strumenti di social marketing;
  4.     sviluppo di iniziative e strumenti di promo-commercializzazione;
  5.     promozione delle imprese sui mercati esteri.

 

 

Tempi di realizzazione dei progetti di aggregazione

I progetti dovranno essere conclusi e rendicontati entro e non oltre il 20 ottobre 2016; tuttavia, l’Amministrazione erogante potrà valutare la concessione di una proroga per un periodo massimo di 6 mesi  a patto che vi siano motivate e dimostrate ragioni.

 

 

Termini di partecipazione

Con riferimento ai termini di partecipazione è stato specificato all’interno del bando in oggetto d’esame che, il capofila dovrà registrarsi sulla piattaforma telematica messa a disposizione dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per la compilazione della domanda a partire dalle ore 10:00 del 14 dicembre 2015.

La presentazione dell'istanza dovrà avvenire esclusivamente  con modalità telematica entro e non oltre le ore 16:00 del 15 gennaio 2016. 

 

 

 

 

Domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione dovrà contenere i seguenti documenti in formato PDF:

 

-       in caso di contratto di rete: copia del contratto di rete redatto e costituito ai sensi della normativa vigente ;

 

-       in caso di raggruppamenti temporanei di impresa : copia dell'atto costitutivo dell'ATI ;

 

-       in caso di consorzio già costituito: copia dell'atto costitutivo e dello statuto.

 

Valutazione delle proposte progettuali e modalità di erogazione delle risorse

Una volta inoltrate le istanze, verrà nominato un Nucleo di Valutazione il quale provvederà, per l’appunto, a valutare le rispettive proposte progettuali tenendo presente ovviamente di alcuni criteri di valutazione.

Infine, dopo aver stabilito a chi spetterà il contributo, sarà l’impresa capofila ad attribuirlo all’aggregazione per la realizzazione del progetto.

 

 

 

 

 


Commenta la notizia



Effettua la log-in e accedi al pannello a te riservato.


Resta sempre aggiornato sul mondo di Cafasso e Figli