Italian  English  French 


Troppe soste per pausa caffè- Ingiustificato il licenziamento del camionista

Articolo letto 40 volte, scritto il 08/09/2020 da Studio Cafasso

La Corte di cassazione con ordinanza 17065 del 13 agosto 2020 ha statuito che le  soste non autorizzate non sono una giusta causa di licenziamento per il camionista, se utilizzate per la pausa caffè.
La Corte di Appello dichiarava l’illegittimità del licenziamento intimato dalla società ad un camionista per difetto di proporzionalità della sanzione espulsi va in relazione  a soste non autorizzate nell’espletamento dell’attività di autista.
La Suprema corte  rigettando il ricorso della società ha considerato dunque sproporzionata la sanzione espulsiva, messa il relazione alla lieve entità dell’addebito. I giudici di legittimità fanno notare che non risultavano, costi aggiuntivi per pedaggi autostradali extra o ritardi nella consegna del materiale ritirato.


Commenta la notizia



Effettua la log-in e accedi al pannello a te riservato.


Resta sempre aggiornato sul mondo di Cafasso e Figli