Italian  English  French 


Rinnovato il Contratto Collettivo Nazionale del settore domestico

Articolo letto 46 volte, scritto il 10/09/2020 da Studio Cafasso

In data 8 settembre 2020, le Organizzazioni sindacali dei lavoratori (Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs e Federcolf) e le associazioni datoriali Fidaldo e Domina hanno sottoscritto il rinnovo del CCNL del comparto domestico (scaduto nel 2016), che si applicherà a circa 860.000 lavoratori regolari del settore. Il contratto si applica ai prestatori di lavoro, anche di nazionalità non italiana o apolidi, comunque retribuiti, addetti al funzionamento della vita familiare e delle convivenze familiarmente strutturate, tenuto conto di alcune fondamentali caratteristiche del rapporto.
Le novità introdotte dal nuovo contratto, che entrerà in vigore il 1° ottobre 2020 e scadrà il 31 dicembre 2022, riguardano:

  • la nuova denominazione di "assistenti familiari" per colf, badanti e baby sitter e l’inquadramento in 4 diversi livelli in base alle loro competenze;
  • un aumento retributivo mensile di 12 euro per i lavoratori domestici inquadrati nel livello medio B Super dal 1° gennaio 2021;
  • un sistema di indennità aggiuntive da 100 a 116 euro a chi assiste bambini fino al sesto anno di età o più di una persona non autosufficiente;
  • l’estensione del periodo di prova a 30 giorni;
  • la nuova figura dell’assistente familiare educatore formato;
  • l’introduzione di un maggior numero di ore dedicate alla formazione.

Commenta la notizia



Effettua la log-in e accedi al pannello a te riservato.


Resta sempre aggiornato sul mondo di Cafasso e Figli