Italian  English  French 


Reinserimento persone con disabilità da lavoro: l’INAIL fornisce chiarimenti interpretativi

Articolo letto 23 volte, scritto il 15/09/2020 da Studio Cafasso

L’INAIL, con Circolare n. 34 del 11 settembre 2020, ha fornito chiarimenti interpretativi in merito al Regolamento per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro.
In particolare, l’Istituto sostiene che, laddove il giudizio del Servizio di prevenzione della ASL o del medico competente:

  • non sia stato ancora espresso oppure, sia espresso in termini di idoneità senza limitazioni o prescrizioni, esso non costituisce condizione ostativa alla realizzazione dell’intervento di reinserimento lavorativo;
  • sia di idoneità parziale temporanea o permanente con limitazioni o prescrizioni, oppure di inidoneità temporanea o permanente, esso ha valore di imprescindibile elemento di valutazione, ai fini dell’elaborazione del progetto di reinserimento lavorativo.

In ogni caso, l’interlocuzione con il medico competente, anche per il tramite del datore di lavoro è, sempre e comunque, di fondamentale importanza ai fini dell’individuazione di più efficaci soluzioni per garantire il reinserimento del disabile da lavoro.


Commenta la notizia



Effettua la log-in e accedi al pannello a te riservato.


Resta sempre aggiornato sul mondo di Cafasso e Figli