Italian  English  French 


Lavoratore iscritto all’AIRE: con residenza fiscale in Svizzera e datore di lavoro italiano

Articolo letto 44 volte, scritto il 16/09/2020 da Studio Cafasso

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la risposta a interpello n. 343 del 11 settembre 2020 riguardante il trattamento fiscale applicabile agli emolumenti erogati dal sostituto di imposta italiano alla propria dipendente, residente in Svizzera.

In particolare l’Ente ha precisato che se il lavoratore iscritto all’AIRE ha la residenza fiscale in Svizzera, il datore di lavoro italiano che eroga il TFR ,l’incentivo all’esodo, le somme erogate a titolo di transazione novativa, non dovrà effettuare le ritenute alla fonte, in quanto la tassazione avverrà esclusivamente in Svizzera.

Come noto si considera residente in Italia il lavoratore che si trova in possesso di uno dei seguenti requisiti, alternativi tra loro:

-essere iscritto per più di 183 giorni nell’anagrafe della popolazione residente;

-avere in Italia il domicilio oppure la residenza.

Se sussiste anche una sola delle condizioni la persona si ritiene residente fiscalmente in Italia.
Nel caso in cui siano assenti tutti i predetti requisiti, allora la persona si ritiene fiscalmente residente all’estero.

Una deroga può arrivare però dalle convenzioni contro le doppie imposizioni che l’Italia ha siglato con il paese straniero.

Al riguardo l’articolo 15 della Convenzione contro le doppie imposizioni fra Italia e Confederazione svizzera  prevede che la tassazione esclusiva dei redditi da lavoro dipendente è quella dello   Stato di residenza del beneficiario, a meno che l'attività lavorativa, a fronte della quale sono corrisposti i redditi, sia svolta nell'altro Stato contraente, ipotesi in cui i predetti emolumenti sono assoggettati a imposizione concorrente in entrambi i Paesi.
 Pertanto la quota parte delle somme erogate a titolo di TFR, di incentivo all'esodo e di transazione novativa, in cui la dipendente è stata residente in Italia e ha quivi prestato l'attività lavorativa, è soggetta a tassazione esclusiva in Italia.


Commenta la notizia



Effettua la log-in e accedi al pannello a te riservato.


Resta sempre aggiornato sul mondo di Cafasso e Figli